Moto e meccanica: gli accessori fanno la differenza

 

Può capitare che si verifichino problemi sulla nostra moto. A tal proposito non bisogna esitare di portarla assolutamente da personale qualificato rivolgendosi all’assistenza moto. Tra i modelli storici si riscontrano Custom, motociclette che permettono personalizzazioni; Chopper, prettamente americane, ma apprezzate anche in Europa; Cafè racer e Triton, artigianali, molto in voga soprattutto negli anni sessanta per competizioni sportive; Scrambler, prototipo che doveva rimandare ad una motocicletta multiuso, utilizzabile sia per percorsi stradali che fuoristrada; Dakar, ideate per competizioni di rally nel deserto; Motard, modelli adatti a competizioni stradali e motocross. Per quanto riguarda le componenti meccaniche, le motociclette sono costituite da determinati pezzi quali: telaio e telaietto, componenti collegati alle parti ciclistiche; sella, con misure diverse in base all’uso; pedane o componenti inerenti al telaio che permettono di poggiare gambe e piedi; cavaletto o appoggio laterale, che permette di poggiare la motocicletta quando si parcheggia; ammortizzatori, per contrastare il terreno arduo; la forcella, collegata al manubrio, fondamentale per regolare la direzione; forcellone, elemento rigido; ruote; cerchione correlato al pneumatico; pneumatico, elemento fondamentale per la stabilità del mezzo; impianto frenante, regolato lungo tutta la struttura della moto, nello specifico ruote posteriori ed anteriori. Naturalmente in base alle proprie esigenze, ognuno personalizza il proprio motoveicolo, anche in base all’uso che se ne fa. Di conseguenza può aggiungere o sostituire carene, provvedere alla sostituzione del cavalletto, potenziare i fari, aggiungere bauletti più grandi o borse laterali.

Sosmotori.com